fbpx
Tadalafil Italia: https://www.tadalafill.it/cialis.php
Seneca al Forum della Non Autosufficienza e dell’autonomia possibile
22 Novembre 2019
Il corso di Animatore sociale raccontato da Alice
26 Novembre 2019

Il 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata istituita nel dicembre 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, partendo dall’assunto che tale violenza sia una violazione dei diritti umani, una conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna. I dati Istat rilevano che in Italia il 31,5% delle donne aventi tra i 16 e i 70 anni hanno subito nel corso della loro vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale.

A livello culturale e sociale, gli atti violenti contro le donne sono favoriti da pregiudizi culturali, basati sul principio che la differenza di genere equivalga alla disparità di valore. È dunque evidente la fondamentale importanza della prevenzione delle varie forme di violenza contro le donne, attraverso l’eliminazione degli stereotipi e l’educazione dei giovani alla cultura di genere.

 

“Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore, dalle ossessioni delle tue manie.

Supererò le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

E guarirai da tutte le malattie, perché sei un essere speciale, ed io, avrò cura di te”

 

Sin dalla notte dei tempi la donna ricopre un ruolo fondamentale nella cura ed assistenza dei più fragili, in particolare bambini e anziani. I versi del brano di Battiato, liberamente interpretati, vorrebbero sottolineare come la donna in qualità di madre, moglie, figlia e amica si prodiga da sempre e naturalmente nella cura ed assistenza delle persone che le stanno vicino e che ama.

In ogni epoca storica il femminile ha declinato lo sviluppo “dell’ecosistema” sanitario e socio-sanitario attraverso la cura e l’assistenza dei meno fortunati e attraverso un lavoro costante di crescita delle proprie competenze professionali e delle proprie capacità relazionali ed empatiche.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi